Piccole, cose preziose

chris-lawton-5IHz5WhosQE-unsplash

Oggi si riparte, con cautela,  fra preoccupazione e speranza. 

Come affrontare questi nuovi, strani giorni, cercando di stare lontano dalle polemiche e dalle strumentalizzazioni? Cercando di districarsi fra la paura di muoversi e la voglia di strafare? Cercando di rispettare gli altri, fra il timore di contagiare chi ami, e di tenerlo stretto per tutto il tempo in cui non hai potuto farlo?

Ci servono piccoli passi, perché solo così potremo accorgerci di tutte le piccole cose preziose che abbiamo intorno, in questa nuova non normalità.

Se facciamo piccoli passi, ci  renderemo  conto di tutto quello che abbiamo dato per scontato, quasi dovuto, prima.  Prima che il mondo si fermasse, per concederci la grande possibilità ci cambiare le cose. Di cambiare noi stessi.

Così, invece di lamentarsi per quello che ancora non possiamo avere o fare, cerchiamo di essere grati per quello che stiamo ricevendo, perché dipende da noi, renderlo prezioso: la spesa, finalmente, nel supermercato preferito; la passeggiata lunga che puoi fare senza limiti. Il verde della natura che, ma l’avete notato? E’ ancora più verde, brillante. Ogni colore è più vivo, lo puoi annusare. Toccare. E i suoi rumori, sono una musica meravigliosa. 

Il volto di chi ami sotto la mascherina, e che non puoi ancora abbracciare, ma che non avevi mai visto così splendente; se riuscirai a guardare questo momento con gli occhi giusti, te lo ricordai come uno dei più intensi. 

Sta a noi, rendere le piccole cose di questi nuovi giorni, preziose.

Puoi iniziare proprio ora, qui. Con una cosa piccola piccola, ma che ha un immenso potere.

Sorridi…

 

 

 

I “grandi” e le fiabe…

magia delle fiabe.jpg

Illustrator Elena Bertoloni

Lo diciamo sempre: le fiabe non sono solo per i piccoli  e, quest’anno, il nostro calendario dell’Avvento – con nostro grande piacere –  è stato scelto e donato anche  ai”grandi”: mamme e papà, manager, professionisti, impiegati, insegnanti  che, ogni mattina, aprono la finestrella virtuale del nostro calendario, alla magia di una piccola fiaba.
Siamo curiose, per natura, e ci piace condividere e diffondere le piccole, cose preziose, di ogni giorno.
Così, abbiamo chiesto ad alcuni di questi piccoli, grandi sognatori,  di raccontarci com’è,  essere svegliati ogni mattina dalle fiabe  e come li accompagnano  nella loro giornata ricca di impegni e lavoro.
Chiara – che ringraziamo –  ci ha donato la  prima, bella testimonianza – ok, forse   è un pò di parte, già lei sembra una fiaba- è una bellissima Biancaneve…
“Una fiaba al giorno in attesa del Natale è rivivere magie e sentimenti dimenticati… Riscoprire il bambino che c’è in noi e ricordargli che ogni tanto deve farsi sentire.
Un regalo bellissimo che mi fa sorridere!
Pensa che l’altro giorno in metropolitana stavo leggendo una tua fiaba e sorridevo mentre guardavo il cellulare.
In metro a Milano la mattina e la sera quando si va e si torna dal lavoro tutti hanno i capi chini sul cellulare con volti cupi e non interagiscono. Questo mio sorridere così apertamente ha spinto una signora di fronte a me a dirmi:”che bel sorriso, deve aver ricevuto proprio una bella notizia”.
Ho risposto che stavo leggendo una fiaba del calendario dell’avvento e quelli in parte hanno cominciato a parlare dei loro calendari dell’avvento e dei loro bambini, del Natale. Sono scesa alla fermata e stavano ancora parlando!” Chiara P. C.

Per sempre

dewdrop-morning-sun-mirror-blade-of-grass-106150 (1)

Alice: “Per quanto tempo è per sempre?” Bianconiglio: “A volte solo un secondo.”

Alice nel paese delle meraviglie – Lewis Carrol

Dipende da noi. Dipende da noi rendere immortali attimi preziosi che riempiono la vita come anni. Siamo così prigionieri  del tempo, e troppo volte ci sembra di non averne mai abbastanza, o di non saperlo riempire nel modo giusto.  O di riempirlo troppo, di troppe, inutili cose… L’importante è non fermarsi  a pensare.

O di sprecarlo…

Ma possiamo fermare il tempo quando sappiamo accogliere e riconoscere  le piccole cose preziose, quelle che restano nel cuore, anche quando il loro tempo passa.

Quando sappiamo dare loro, il giusto valore. Quando pochi secondi diventano per sempre.

Uno sguardo, un sorriso, un pensiero, un incontro. Una risata. Un giorno di pioggia. Un abbraccio. Il naso umido del tuo cane che ti soffia addosso, proprio quando ne hai un estremo bisogno.

Pensaci… Quei pochi secondi in cui, quasi distrattamente, hai  pensato ” oh sì, questo è un momento perfetto”.

Qual è il tuo “per sempre“?