Arte da fiaba

Un vero bosco fatato, dove incontri animali giganti e strani personaggi con gambe lunghe lunghe, maschere che spuntano dalla terra, e non poteva mancare una strega; Ledro Land Art ” un percorso artistico iniziato nel 2012 dal Comune di Ledro per valorizzare il territorio e l’arte. Ledro Land Art è situato nella pineta di Pur, lungo il torrente Assat fino a Malga Cita, e racchiude oltre una ventina di opere che quasi si mimetizzano con il paesaggio circostante. 

Il contesto che accoglie il progetto Ledro Land Art e l’oggetto della riflessione da parte degli artisti invitati è  il territorio, richiamato attraverso l’uso del termine Land Art, usato come contenitore in divenire di pratiche anche molto distanti da quelle legate alla corrente storica.”

Gli artisti che hanno collaborato al progetto hanno lavorato direttamente sul posto, nel pieno rispetto della sua natura e con materiali eco-sostenibili.

Una bellissima passeggiata, che se capitate in zona, non potete perdere, perfetta per i piccoli, per insegnare loro  il rispetto e   la bellezza della natura e perfetta per i grandi, per dedicarsi un piccolo momento magico.

E per regalarsi un po’ di bellezza…

 

Le fate

Lo vedete? Seguite il sentiero, limitato dai grandi cespugli di sambuco selvatico, che si apre davanti a voi  e camminate, con calma, senza dimenticarvi di respirare a fondo.

Annusate il bosco, sentite il suo odore di umido e verde, e ascoltate i suoi rumori, la sua vita; camminate fino al grande tronco tagliato e lì, fermatevi e guardate.

Guardate e aprite il tuo cuore alla sorpresa: il bosco regala piccole meraviglie a chi sa guardare con attenzione.

Forse vedrete le fatine che vivono nelle grandi foglie dei castagni secolari e che, ogni mattina  prima che sorga il sole, vanno a specchiarsi nel vicino  lago  e aspettano il primo raggio dorato per vedersi riflesse nel suo bagliore.

Sono bellissime creature,  normalmente gioiose e solari,   che temono l’uomo ma anelano al suo mondo e  alle sue emozioni perchè sono negate ai loro piccoli cuori, soprattutto l’amore.

Lo sapete no? Se una fatina si innamora perde la sua bellissima luce, e perde il suo potere, ma a volte  il loro desiderio di provare l’emozioni dell’uomo è così forte che  si dimenticano della bellezza che hanno intorno e diventano tristi.

Piccole fatine… se sapessero quanto  è diffuso il loro sentire, nell’uomo  a cui vogliono tanto assomigliare,  forse non lo desidererebbero più  così tanto.

Fortunatamente basta poco a farle sorridere di nuovo:una pioggia leggera che rinfresca il loro bosco, o il vento gentile che le culla nella loro scia, e loro dimenticano la tristezza perchè hanno una piccola anima pura.

Anche un piccolo gesto gentile le rende felici, e fa brillare i loro piccoli occhi verderame; non dimenticatelo se avete la fortuna di incontrarne una.

Ora proseguite il cammino, il bosco ha altre storie da raccontarvi…