Le fiabe in tv

Quando Fata Smemorina ed io ci siamo incontrate la prima volta, ci siamo capite subito, ed è nata una bella amicizia che è diventata anche una magica collaborazione;  ma del resto, non poteva essere altrimenti fra una che scrive fiabe e una Fata.

Ma che  dire di Fata Smemorina?

Che ha tantissima fantasia e creatività e, dal niente, crea cose meravigliose; che abita in un vero bosco incantato – alla Catena Rossa alla Porta delle Fate un luogo davvero magico, dove, grandi e piccoli, hanno vissuto bellissime avventure. 

Che è una Fata speciale. Certo, direte voi, tutte le Fate lo sono, ma Fata Smemorina è Unica, ed è davvero speciale in un modo che… insomma, solo lei può esserlo così.

Che ha un cuore gigante – serve spazio per contenere tutti i suoi bambini  – e quando tutto si è fermato nel mondo, lei ha pensato ai bambini che non potevano uscire, e così sono nate le Fiabe delle Buonanotte, in televisione, a Well TV, perché ascoltare una fiaba prima di dormire, fa scappare i brutti pensieri. Servirebbe molto anche ai grandi…

Quando Fata Smemorina mi ha coinvolto in questo progetto, non ci ho pensato un attimo – come dire di no, ai sogni di una Fata? E poi scrivere le fiabe che raccontano il mondo di Fata Smemorina e dei suoi magici amici, è un privilegio. Oltre che molto divertente.

Ma ora siamo molto emozionate e felici perchè Well TV è diventato un canale nazionale, e Le fiabe della Buonanotte, saranno ascoltate da tutti i bambini! 

Non poteva mancare una sigla: Fabiana Dafne Porzanini ha creato la musica e il ballo di Fata Smemorina che ormai tanti bambini, ma so anche tante mamme, ballano insieme.

Ed ora cominciamo questa nuova avventura, un nuovo viaggio. Quelli che partono da un sogno, sono i migliori…

Vi aspettiamo…

È con grandissima commozione ( e smoccolamenti vari) che la Smemorina vi annuncia che 📺WELL TV 📺 è ora un CANALE NAZIONALE 🎬🎥 :il 231.

Da stasera  20,00 📖” la Fiaba della Buonanotte” con Fata Smemorina🧚‍♀️ si vedrà benissimo.

Riprenderà da martedì 19 maggio  16,30 “POMERIGGIO A COLORI” condotto da Franca Cerveni con l’angolo della Smemorina.

📯Appena sarà possibile inviterò anche voi bimbi🙆‍♂️🙅‍♀️ in tv con me.
Vi piace l’idea?
A me un sacchissimo🤩!

Un ringraziamento speciale a Franca Cerveni per aver creduto nei miei spaciughi e per sopportarmi… a WELL TV per avere accolto la Fata Smemorina con tutti i suoi ambaradan, Mariarosa Ventura di “FIABE IN COSTRUZIONE” per creare i racconti della avventure della Smemo, Fabiana Dafne Parzanini per aver scritto, interpretato e musicato la Canzone della Smemorina ( col supporto musicale di JD Studio).
Insomma, che dire!

Fata Smemorina

La donna scheletro

Questa storia è la nostra storia: “l’incapacità di affrontare e sbrogliare la donna Scheletro fa che molte relazioni amorose falliscono. Per amare, bisogna essere, non soltanto forti, ma anche saggi. La forza viene dallo spirito, la saggezza viene dall’esperienza con la Donna Scheletro” (Pinkola Estes).

Iniziamo l’amore pieni di aspettative sull’altro e sul nostro sentimento, ci sentiamo invincibili, sicuri e siamo certi che il nostro amore ci nutrirà per sempre. Ma quando le cose cambiano nel rapporto e non riconosciamo più la persona che abbiamo accanto, non la comprendiamo più, non accettiamo più i suoi limiti o i suoi silenzi, o siamo indeboliti dalla mancanza di passione che prima ci confondeva, è proprio in quel momento che affiora la donna Scheletro, la metafora della morte di una parte del rapporto, che ci spaventa e ci fa scappare. Ci inorridisce. Non sappiamo che l’amore è fatto di cicli, di inizi e di conclusioni. E di nuovi inizi.

Non sappiamo che qualcosa deve morire per lasciare posto al nuovo. Una parte dell’amore che conosciamo deve morire per far nascere un sentimento più forte.
Questo amore struggente ci spetta quando non scappiamo davanti alla paura di impegnarsi, e riconosciamo il tesoro che ci si presenta anche se non è quello che aspettavamo; quando scegliamo di restare, anche quando sarebbe più facile andare via, di avere tenerezza delle ossa del nostro amore anziché averne paura e la sua fragilità ci commuove, fino a quella unica, preziosa lacrima. Quando diamo tutti noi stessi senza temere di potere perdere tutto, perché se succede, sappiamo che arriverà qualcosa di nuovo.

Quando non temiamo la morte di una parte della nostra libertà, delle nostre aspettative iniziali, delle ingannevoli promesse dell’innamoramento.

Quando guardiamo con pazienza i problemi e le difficoltà del nostro rapporto – non abbiamo paura della Donna Scheletro – e con infinità tenerezza sbrogliamo i nodi che la legano.

Così le anime imparano ad amarsi, per davvero…

Gobba, zoppa e collotorto

Oggi giornata mondiale del libro!

Come acquirente compulsiva di libri, oltre che di taccuini, sono sempre in attesa di ricevere i miei acquisti on line, ma in questi giorni, tardano ad arrivare.

Oggi, sono arrivati, tutti insieme. E non potevo non onorare questa giornata, con la lettura di una fiaba di Italo Calvino, tratta dalle sue Fiabe Italiane. (edizione del 1984 acquistata su ebay, adoro i libri vecchi di fiabe)

Buon ascolto.

Un Avvento speciale

Le fiabe non sono solo per i bambini, lo sappiamo bene, anche noi grandi abbiamo bisogno di fiabe, abbiamo bisogno di riavvicinarci alla dimensione più vitale, energica,  pura e creativa della nostra anima: la nostra parte bambina.

Scrivere fiabe è un dono per l’anima di chi scrive – e non potete immaginare quanto – ed è un dono per l’anima di chi legge… grandi e piccoli.

Così non ci siamo stupite quando alcuni dei nostri calendari sono stati donati ai grandi: un dono unico e speciale per un’amica, per il proprio amore, per un genitore… 

Ed è un dono magnifico per i nostri bambini, che possono vivere giorno per giorno, i giochi, le emozioni e i pensieri di Gemma e Keil, e insieme a loro e  a voi, possono ascoltare le fiabe raccontate dalla nonna, davanti all’incanto del  fuoco; una delle piccole fiabe può anche essere personalizzata per renderli protagonisti

Stiamo consegnando i primi calendari dell’Avvento, ed ora è proprio il momento di ordinarli per averli in tempo; sono creati e confezionati hand made e la loro preparazione richiede tempo e cura.

Donate piccoli momenti preziosi…

Fiabe e crowdfunding

7a661cf9aa0d18038193f913cc0f87e7_original

JAMES JEAN “PENELOPE AND THE SUCCULENT” #5 (edition of 100)

Grazie al crowdfunding, innovativa e efficace raccolta di fondi on line, sono partiti tantissimi progetti, si sono realizzate nuove idee, molte nel sociale, grazie ad un pubblico che  ha deciso di supportarle economicamente; un investimento alla portata di tutti perché  si possono fare  anche donazioni piccole piccole, per  vedere nascere e crescere un progetto di cui fai parte.

Molte volte il crowdfunding si è occupato di fiabe, e anche noi di Fiabe in costruzione lo abbiamo testato facendo una bellissima esperienza – Il crowdfunding di Fiabe in Costruzione –

Anche in questo caso parliamo di fiabe, ma fiabe un po’ particolari, scritte e disegnate da musicisti del calibro di  Tom Waits – non vedo l’ora di ascoltare la sua Circus – e lette da personaggi altrettanti famosi, tipo Danny de Vito.

Le fiabe, per bambini e adulti, prima pubblicate in un libro di grande successo, con questo progetto saranno raccolte in un audio libro, che ha finalità benefiche.

Un progetto molto bello, pubblicato sulla piattaforma americana kickstarter.

“Cosa hanno in comune Devendra Banhart, Nick Cave, Alison Mosshart e Tom Waits? Sono tutti collaboratori di Stories for Ways & Means, una stravagante collezione illustrata di racconti di alcuni dei nostri più grandi cantautori viventi.

Ways & Mean: il valore letterario del songwriting, per coloro che avevano ancora qualche dubbio, è stato convalidato quando un recente premio Nobel per la letteratura non è andato né a un poeta né a un romanziere, ma a Bob Dylan. Questo lungo riconoscimento dei contributi letterari dei cantautori coincise con la pubblicazione di un libro che celebrava storie originali per bambini scritte da musicisti. In un colpo di fortuna, l’uscita di Stories for Ways & Means non avrebbe potuto essere più tempestiva.
Tutto iniziò quando Jeff Antebi (fondatore di Waxploitation Records) si sorprese a chiedersi: “Che tipo di storia per bambini scriverebbe Devendra Banhart se gli fosse chiesto di scriverne una?” “Come sarebbe una storia se fosse stata scritta da Nick Cave e illustrata da Anthony Lister?” Oppure “Come sarebbe una storia di Frank Black se fosse narrata da Danny Devito?” E così ha deciso di rispondere a queste domande.
Nel decennio successivo, Jeff ha trasformato questi “perché no” in Stories for Ways & Means, un libro di storie per bambini e  adulti di alcuni dei narratori più avvincenti di quest’epoca provenienti dal mondo della musica e dell’arte contemporanea, con proventi a beneficio delle ONG e delle organizzazioni no profit che promuovono l’alfabetizzazione dei bambini in tutto il mondo (compresi Room to Read, Pencil of Promise, 826 National e War Child).  Grazie per il supporto!”