Le donne della fiabe

corona

Le donne delle fiabe sono giovani fanciulle rinchiuse su una Torre senza porte, per allontanarle dal mondo, come la piccola Raperenzolo,  o sono figlie gentili cedute al diavolo per la stupidità el’ ingordigia di un padre,  come Nella ragazza senza braccia.

Sono giovani costrette a vivere fra la cenere di un fuoco, maltrattate e derise dalle sorellastre cattive, come Cenerentola. Oppure sono principesse messe alla porta da un padre egoista e insensibile e costrette a vagare nel bosco con indosso soltanto una pelliccia di topo, proprio come la Principessa Pel di Topo.

O ancora, sono bellissime ragazze date in sposa a qualche bestia mostruosa per riparare all’errore fatto dal Re, come avviene per le Tre Sorelle o Per la Bella e la Bestia.

Possono anche essere bimbette capricciose che non vogliono ascoltare  i consigli della mamma e si fermano lungo il bosco ad ascoltare le false lusinghe di un lupo cattivo… proprio come fa Cappuccetto Rosso.

Di queste donne vogliamo parlare oggi, oggi che è il giorno dedicato alle donne: di tutte le protagoniste delle fiabe, perchè le fiabe raccontano la vita vera ed insegnano che le difficoltà servono a crescere; ognuna di queste antiche storie ci racconta che le donne delle fiabe riescono a superare ogni ostacolo, ad addentrarsi senza paura nel bosco, a superare con astuzia le imposizioni  e le angherie.

Insegnano a non mollare, ad avere la capacità di modificarsi, proprio come fa Alice nel paese delle Meraviglie, per adattarsi alle nuove situazioni.

E insegnano a diventare Regine, superando la propria diversità, e a diventare così forti e autonome da regnare da sole, senza un Re accanto, proprio come la  Elsa di Frozen. Bastone.

Le donne delle fiabe  cercano l’amore ma fanno  innamorare perdutamente il lupo, come nella “Città delle Fiabe”:  una bambina disubbidiente   diventa la protettrice della Città delle Fiabe, come la nostra Cappuccetto Rosso, il simbolo della vera donna selvaggia che è in noi.

Vogliamo  augurarvi di essere un pò streghe, di connettervi con l‘energia vitale della Terra, e finalmente usare la magia buone e potente che ogni donna ha in sè.

Vogliamo augurare a tutte le donne di essere come le donne delle fiabe, forti, intelligenti e astute; donne che sanno imparare dai propri errori e sono consapevoli del proprio potere interiore,  e senza paura sanno affrontare gli ostacoli e ribaltare le situazioni avverse per poter diventare infine la Regina che è in ognuna di noi…

Per dirla alla Pinkola Estes nel suo Donne che corrono con i lupi, un libro illuminante che vi consiglio di leggere se non l’avete fatto:

Le storie sono disseminate di istruzioni che ci guidano nella complessità della vita:

La donna sana assomiglia molto al lupo; robusta, piena di energia, di grande forza vitale, capace di dare la vita, pronta a difendere il territorio, inventiva, leale errante. Eppure la separazione dalla natura selvaggia fa si che la personalità delle donne diventi povera spettrale, sottile. Non siamo nate per essere cuccioli spelacchiati, incapaci di balzare in piedi, incapaci di cacciare, incapaci di generare una vita” Pinkola Estes  – Donne che corrono con i lupi

Bisogna ritrovare la propria profonda natura psichica istintiva, chè è la nostra grandissima forza interiore, la nostra parte selvaggia.

molti sono i modi e i mezzi per vivere con la propria natura istintiva, e le risposte cambiano quando voi cambiate… ho cercato di capire come fanno i lupi a vivere così in armonia. Vi suggerirò di cominciare con una voce di questo elenco, per cominciare, consigliando per chi sta lottando, di partire dalla numero 10″ –Pinkola Estes – Donne che corrono con i lupi

1 -mangiare
2 -riposare
3 -vagabondare
4 -mostrare lealtà
5 – amare i piccoli
6 -cavillare al chiaro di luna
7 – accordare le orecchie
8 – occuparsi delle ossa
9 – fare l’amore
10 -Ululare spesso

Auguri a tutte le donne!

 

 

 

Annunci

Siate Regine!

Scan0234marrone

 

Quest’ anno è stato un anno particolare. Un anno un pò pesante per molti, anche per chi scrive, ma con il grande privilegio di essere una vera formazione sul campo, la possibilità di crescere, di salire un gradino della nostra scala di vita, di imparare ad affrontare gli ostacoli, senza aggirarli.

Per molti è stata la presa di coscienza che amarsi è il primo passo per amare e farsi amare nel modo giusto, per altri, forse, la strada è ancora lunga, esiste sempre la democratica opzione del libero arbitrio, così si decide di non ascoltare, nè seguire i tanti messaggi che l’universo ci invia per mostrarci la nostra strada; perchè cambiare spaventa.

Perchè può fare maledettamente male. Perchè ci vuole coraggio. Perchè bisogna essere forti e a volte pensiamo di non possedere queste qualità, e ci ostiniamo a cercarle nella considerazione di altri, nei loro gesti e nelle loro parole.

Non ci stancheremo mai di dirlo: quando il nostro Re interiore ci chiama vuol dire che siamo pronti ad affrontare la missione e sta a noi far uscire il nostro Eroe interiore; tutto quello che ci serve è già dentro di noi.

Così per il nuovo anno che  sta arrivando vogliamo fare un augurio in particolare a tutte le donne: siate Regine!

Fate uscire la vostra Regina interiore: siate Regine che capiscono il proprio valore, la propria forza e sanno regnare senza bisogno di avere un re accanto, se questo significa dovere dipendere da lui; il nostro re deve arricchire la nostra vita, non tiranneggiarla.

Regine che non accettano più il finto amore di giovani cavalieri quando è solo rabbia, possesso e cattiveria.

Regine che  lasciano uscire il meraviglioso istinto selvaggio che appartiene alle donne ma che spesso è soffocato dal senso di dovere, dalla paura, dalla compassione o dall’abitudine: siamo come le querce possenti del bosco fatato, e le nostre radici affondano nella madre terrra  e da lì ci nutriamo della sua linfa vitale. Non dobbiamo temere di tagliare i rami secchi e avvizziti che ci tolgono energia. Ogni nuovo taglio è spazio per ogni nuova vita, nuove idee, nuove possibilità.

Per tutte le donne che ancora sono chiuse in una torre senza finestre e senza porte e forse hanno imparato a pensare che quella è la loro casa, siate Regine. Solo voi potete comandare nel vostro Regno!

Siate Regine che si mettono al primo posto,  siate forti, passionali, battagliere, creative, emotive e innamorate.

Vi auguriamo un fantastico 2018!