Il Figlio di Dio.

28 - il Figlio di Dio -quarta sett. d'avv. - 7 racc..JPG

Patrizia Kovacs

La sera era quieta e silenziosa. Attorno alla piccola stalla si erano radunati i pastori, che avevano camminato tutta la notte e metà del giorno, guidando il gregge ordinato.

Aveva camminato tutta la notte anche la donna senza amore, e ad ogni passo, avevo sentito il cuore più leggero.

L’aveva accompagnata la musica della piccola chitarra del suonatore, che aveva fatto la strada con lei. Si erano guardati, e senza dirselo avevano capito che per quel cammino potevano essere ottimi compagni di viaggio. Ora attendevano, sorridenti.

L’usignolo, che aveva accompagnato Maria per tutto il viaggio, stava sul ramo di un piccolo ulivo, pronto a cantare la sua gioia.

Il cielo terso, e l’aria pulita; la Stella brillava immensa sopra la piccola casupola: era il tempo.

Gli angeli, bellissimi e potenti scesero sulla Terra; ogni uomo, ogni animale, la natura intera, e l’intero universo erano in attesa dell’arrivo del loro Re, il Figlio Di Dio.”

Apriamo insieme la casellina dell’ultimo giorno di Avvento.

Insieme abbiamo percorso la strada,  e abbiamo raccontato, ascoltato e disegnato il cammino di Maria e Giuseppe e la nascita del Piccolo Re.

In questo giorno importante facciamo gli auguri di Buon Natale a Tutti, davvero a tutti:

auguri a tutti coloro che si fermano per ascoltare una storia, a chi pensa di non avere tempo per farlo, ma poi si lascia incantare da un tramonto.

Auguri a chi ci ha raccontato i propri desideri e i propri sogni e ci ha dato il privilegio di rappresentarli su carta, auguri a chi lo farà, auguri a chi sa che un sorriso è l’arma migliore, ed auguri a chi ancora non lo sa ma lo imparerà presto.

Auguri a tutti gli animali, le piante, la natura, perchè ogni più piccolo essere vivente ha un’anima da rispettare e proteggere.

Buon Natale di cuore a tutti voi da tutto lo staff di Fiabe in Costruzione :Maria, Patrizia, Chiara, Elena, Elisabetta, Federica, Debora .

Annunci

La chiamata

OLYMPUS DIGITAL CAMERA

Patrizia Kovacs

Il cielo era terso e splendente. Il mondo guardava incantato la luce della Stella, ascoltava le sue parole ed accettava il suo invito.

Il lago gelido divenne cristallo lucente al riflesso della Stella, e la montagna ebbe un sussulto lontano.

L’usignolo che aveva il capo sotto l’ala si svegliò gioioso e il suo canto svegliò la natura addormentata.

I pastori che sostavano davanti al fuoco si alzarono in piedi e guardandosi sopresi si incamminarono verso Betlemme, rispondendo alla stessa chiamata.

La donna senza amore, si alzò dal suo letto, ora intonso e spiando dalla finestrella la Stella, sorrise e il suo viso pulito si illuminò. Si avvolse nel mantello e usci in strada verso Betlemme.

22 giorno di Avvento.

Illustrator Patrizia kovacs

La Stella

stellaa1

Patrizia Kovacs

La Stella salì alta nel cielo.

Era il tempo.

La sua luce era splendente, ed era più grande e forte di tutte le altre stelle. Al suo arrivo, le altre stelle intimidite le fecero spazio, quasi inchinandosi, e guardando ammirate la sua scia dorata.

Il cielo, fiero la accolse nel suo immenso e lei prese il suo posto nell’Universo.

Era il tempo.

La sua luce illuminò la notte.  Tutti, in tutto il mondo, nello stesso momento, levarono la testa al cielo.

20° giorno di Avvento

Illustrator Patrizia Kovacs

 

Il calendario dell’avvento

ghirlanda

Patrizia Kovacs

La parola Avvento deriva dal latino adventus e significa “venuta” anche se, nell’accezione più diffusa, viene indicato come “attesa”.

Per un periodo di 4 settimane che precede il Natale il popolo cristiano si prepara all’ Attesa del Santo Natale e alla nascita di Gesù. Un momento di preghiera e raccoglimento.

Nei paesi anglossasoni e germanici questa preparazione viene simboleggiata dalla corona dell’avvento, una corona decorata con rami freschi di piante sempreverdi e 4 candele, una per ogni domenica d’avvento che precede il Natale. Si accende la prima candela alla prima domenica di avvento – quest’anno cade il 29 novembre – e la tradizione vuole che sia il più piccolo della famiglia ad accendere le candele.

Anche il calendario dell’avvento nasce dalla tradizione dei paesi nordeuropei, ma è molto diffuso oggi anche in Italia: deliziosi calendari colorati che sotto ogni finestrella nascondono un dolce, o un cioccolatino, per ogni giorno che accompagna al Natale e sono una gioia per ogni bambino, e anche per molti grandi.

Anche noi vogliamo donarvi il nostro Calendario dell’Avvento per accompagnarvi al Natale; un cammino che faremo insieme, ripercorrendo la strada sassosa che fecero Giuseppe e Maria, per far nascere in un posto sicuro, il piccolo Gesù.

Ogni Domenica di Avvento una piccola storia, e per ogni giorno della settimana, un piccolo pensiero, da leggere e raccontare ai più piccoli, per avvicinarli al Natale, ma anche per i più grandi per riflettere sul significato oggi, soprattutto in questi nostri tempi così difficili, e ritrovare la sacralità di questa importante festività religiosa.

Ogni giorno le bellissime illustrazioni della nostra Patrizia Kovacs, che ha saputo interpretare con la sua bellissima sensibilità artistica,  la sua preziosa mano dispettosa, e le sue immancabili tazze di caffè,  il senso profondo di questo periodo di preparazione ed attesa.