Sveglia Bella Addormentata!

Perché mi capita sempre lo stesso tipo d’uomo? Ma li trovo tutti io? Perché non mi chiama mai? Perché le mie storie finiscono sempre male?

Sveglia Bella Addormentata! E’ arrivato il momento di scoprire chi è il vero Principe Azzurro, di guardare alle tue profondità, senza bugie e timori., insieme alle fiabe e alla scrittura, meravigliose maestre di vita.

E’ arrivato il momento di scegliere se, e come, risvegliarti dal lungo sonno e di riscrivere il finale delle tue storie d’amore…

Vuoi acquistare Bella addormentata a chi? Clicca qui…

 

Bella Addormentata e Co…

 

Metti una Bella Addormentata che però si è svegliata, una Fata Madrina un po’ speciale e fuori dal comune, e una cantastorie, che si ritrovano…. Cosa può succedere? Creatività. meraviglia, nutrimento e magiche energie!

L’importante e non prendersi troppo sul serio e saper ridere di sé…

Vuoi comprare Bella Addormentata a chi? Clicca qui 

Messaggi…

WhatsApp Image 2020-05-01 at 10.07.15

Rossella De Carlo

In un soffio ho terminato questo libro che sa comunicarti situazioni che accomunano tutte noi donne e il rapporto con l’amore. L’autrice è stata in grado di trattare un argomento serio in modo leggero e ironico. Attraverso le fiabe è stata in grado di veicolare tanti messaggi a volte già presenti nel nostro inconscio. Quando li vedi, nero su bianco sono di maggior impatto e ti portano a pensare e riflettere e non mancano i momenti in cui ti trovi a sorridere. Consiglio questa lettura a chi vuole prendere maggiore consapevolezza di sé attraverso le fiabe. Jessica B.

Grazie  a Jessica per il suo bel commento sul sito Ilmiolibro  a Bella Addormentata a Chi?”

A volte, succede che quando viviamo delle situazioni di coppia che ci fanno stare male, sia più facile farsi coccolare dal proprio dolore, che ci rende giustamente vittime e per questo, quello che accade, non  accade per colpa nostra.

Guardarsi dentro, con onestà e rispetto per sé stesse, fa paura, certo. Ma…

“Ti avviso: non sarà semplice, perché continuare la lettura di questo libro vuol dire mettersi nude, di fronte alle più grosse bugie e giustificazioni che ci diciamo ogni volta per continuare relazioni che sappiamo essere sbagliate.

Ma se continui la lettura, alla fine, come ogni vero eroe delle fiabe, dopo aver incontrato orchi e streghe – le tue più grosse paure e debolezze – troverai il tuo tesoro, che prima di un principe con tutte le caratteristiche giuste, è una profonda autostima, una grande  autonomia,  e infinito amore per sé stesse.

Solo così sarai pronta ad incontrare l’uomo giusto per te…” Bella Addormentata a chi?

Puoi acquistare Bella Addormentata a chi? Sul sito ilmiolibro

Il Bello Addormentato

copertina def

Sono piacevolmente sorpresa: ho parlato di Bella Addormentata a chi? scrivendo che è un libro per le donne;  ho aggiunto poi che anche gli uomini dovrebbero leggerlo, perché gli errori più comuni in una relazione, si fanno in due.

Mi rendo conto ora che fra i primi lettori del mio libro, ci sono proprio gli uomini e questo, naturalmente, mi fa molto piacere.

Si sbaglia in due, e si cresce in due…

Così giro, molto volentieri, la recensione di un uomo: uno scritto divertente, che racconta il mondo maschile con  intelligente ironia.  Un bello Addormentato , direi illuminato,  che è alla ricerca della sua Principessa Azzurra!

Grazie di cuore, Luigi M.

… ma non è vero …

Eh no, gentilissima Autrice, non sono per niente d’accordo con Lei.

Nella quarta di copertina leggo, tra l’altro:

“Storie di donne, che non riescono ad uscire …”

 Ma io il Suo libro l’ho letto, cosa crede? e sa cosa Le dico? Io non sono così sicuro che Lei abbia scritto storie di donne.

Lei ha scritto, con maestria e leggerezza, storie di sentimenti, ha scritto cose sull’amore.

Quanta letteratura c’è su questo argomento … letteratura rivolta principalmente ad “un pubblico femminile”.

Eh sì, le donne, normalmente, non hanno problemi a parlare d’amore, anche a parlare del “proprio” amore e quindi anche a leggerne.

Gli uomini no, gli uomini sono “animi semplici”, per dire in modo gentile quello che è il comune sentire: gli uomini sono quelle bestiole domestiche un po’ primitive che riconoscono solo le pulsioni più elementari (pappa, cacca, bumba, gnocca), e sono facilmente addomesticabili, ma da cui occorre sapersi difendere. Guai a far prendere loro il sopravvento, se non si vuole soffrire.

Gli uomini non parlano d’amore con gli amici, gli uomini raccontano volentieri le ultime conquiste femminili, vere o inventate.

E io sono un uomo.

E allora perché ho divorato il Suo scritto con tutta quell’avidità che seguita a lasciarmi confuso ed emozionato?

Perché lei mi ha fatto leggere, mi ha fatto ricordare, mi ha fatto razionalizzare sensazioni che fanno parte della mia storia personale. Ma Lei non conosce la mia storia personale.

E quindi … ?

Lei non ha scritto storie di donne! Lei ha tracciato, in un modo assolutamente originale, un percorso di crescita interiore che è valido per le donne, e per gli uomini.

E adesso vado … mi è venuta una voglia  irrefrenabile di guardarmi intorno: in cerca della mia PRINCIPAZZURRA. Luigi M.

 

Ancora per pochi giorni puoi acquistare Bella Addormentata a chi?   sul sito Il mio Libro con la spedizione gratuita!

Bella addormentata a chi?

art artwork beautiful beauty

Photo by Fancycrave on Pexels.com

“La fanciulla dormiva da cento anni almeno e con lei dormiva tutto il palazzo.

Sognava, spesso, e sognava di essere sveglia, di essere viva, di correre e di mangiare. Sognava, sapendo di sognare.

Ma lo sapeva che sarebbe arrivato un principe azzurro a svegliarla. Non succede così nelle fiabe? Sì, c’è proprio una fiaba che parla di una fanciulla addormentata. Lei alla fine viene svegliata dal bacio del suo principe. Bello. Fico. E io? Chi mi sveglierà? Speriamo che sia carino. Dolce. Che mi faccia ridere. E che parli con me. Che mi sappia ascoltare. Che mi ami.

Ecco. Così vai avanti a dormire per altri cento anni! Cominciamo con la cosa più importante: che mi ami.

Per iniziare basta quello.”

Cosa potrebbe succedere alla Bella Addormentata se si svegliasse ai nostri giorni? E come sarebbe la sua storia d’amore con il Principe Azzurro? Un amore da fiaba, oppure…

Leggi la piccola fiaba moderna   Bella Addormentata a chi?   pubblicata sul sito ilmiolibro;  se ti piace, puoi supportarla per farla salire in classifica.

Per tutte le Belle Addormentate di oggi, che stanno aspettando un bacio per essere svegliate…

Barbablù

barbablu1

Charles Perrault nacque il 12 gennaio 1628, letterato e scrittore, fu l’autore dei Racconti di Mamma Oca, una raccolta di fiabe molte amate e conosciute: Cappuccetto Rosso, Il gatto con gli stivali, Cenerentola e Barbablù.

La fiaba di Barbablu – chi non conosce il più terribile e mostruoso marito di tutte le fiabe? – è in realtà una fiaba un po’ diversa dalle altre perché, nonostante alla fine il cattivo venga punito, non contiene simbologie che rimandano allo sviluppo, e alla crescita del lettore; non assolve cioè alla sua fondamentale funzione pedagogica.

Barbablù consegna alla giovane moglie una chiave che apre una stanza, ma quella stanza le è proibita. Quando lui parte per un lungo viaggio, lei cede alla tentazione e aprendola trova i cadaveri di tutte le mogli di Barbablù, che tornato per tempo, la coglierà in flagrante, trovando la prova della chiave macchiata di sangue – la moglie tenta inutilmente di lavare via il sangue – e la ucciderà.
Il motivo del sangue che non si può pulire è antico; simboleggia che qualche crimine o qualcosa di proibito è stato commesso. Bettelheim

Un chiaro messaggio di come la donna dovrebbe imparare a non cedere alla propria curiosità – ritroviamo Il Perrault un po’ bacchettone che disegnò una Cappuccetto Rossa troppo disinibita, perché al primo invito del lupo, travestito da nonna, non esita a spogliarsi e ad entrare nel letto con lui.

La donna tradisce la fiducia del marito, e il marito la mette alla prova con l’inganno.
La chiave che apre una porta di una stanza segreta suggerisce associazioni all’organo sessuale, quando l’imene si rompe e lo macchia con il sangue. Se questo è uno dei significati nascosti, è comprensibile perché il sangue non possa essere tolto con l’acqua: la deflorazione è un fatto irreversibile” Bettelheim

Barbablù dopo aver ucciso la moglie si prenderà la sorella di lei, in sposa,  che riuscirà però farlo uccidere dai suoi  fratelli.

E’ facile ascrivere la popolarità di Barbablu al suo amalgama di crimine e di sesso. O al fascino che esercitano i crimini sessuali. Bettelheim

I personaggi di questa fiaba, non si sviluppano all’interno della storia, restano tali e quali erano all’inizio. La fiaba ha comunque un fondo morale: insegna che cadere in tentazione è umano, che i tradimenti vanno perdonati, perché chi vuole vendicarsi di questi sarà punito lui stesso.

Il perdono è sottolineato anche dallo stesso Perrault che dà una seconda morale alla fiaba scrivendo:” E’ facile capire che questa è una storia dei tempi andati: non esistono più mariti tanto terribili da richiedere l’impossibile; anche quando sono insoddisfatti e gelosi, i mariti si comportano senza durezza verso le loro mogli.”

Maleficent — La Regina della brughiera –

Ieri, mi è capitato di vedere “Maleficent”, la favola della Bella Addormentata nel Bosco,  nella nuova versione del film, con una Malefica edulcorata e addolcita nel carattere;  una fata buona che diventa cattiva perché tradita da un uomo, che le ruba le ali. La storia è molto carina, la brughiera, il regno di Malefica, è fantastica e i suoi abitanti, unici. Vi consiglio di vederlo… Anche se, noi preferiamo la prima, cattivissima e unica Malefica.
Che ne pensate?